martedì, settembre 29, 2009

Benares - Incontriamo il Gange

Eccoci a Varansi, la città sul Gange dove si viene a purificare il proprio carma dai peccati di una vita oppure a morire per ottenere la moksha, oppure come facciamo noi: a vedere tutti quelli che vengono qui per fare quello che ho detto prima.

Arriviamo nel pomeriggio del 29 settembre in aereo, primo volo interno in India, dopo il check in all'hotel Surya prendiamo un tuc tuc che ci porta sui ghat.



A piedi ci avviamo verso il Dasaswamedh ghat dove alle sette di sera si tiene la puja.
Lungo tutto il percorso ci rompono i maroni per fare un giro in barca lungo il fiume, ma noi lo abbiamo già prenotato per l'indomani all'alba.
Camminare lungo queste scalinate che scendono nel fiume é incredibile, si vedono devoti che pregano, persone che si fanno il bagno, altri che si fanno radere barba e capelli a secco!



Verso il tramonto arriva un sacco di gente.



Prima delle sette ci troviamo un buon posto vicino al punto in cui si terrá la Ganga Aarti: la puja.
Assistiamo ai preparativi, ma all'inizio del rito ci rendiamo conto che la posizione non é il massimo e decidiamo di spostarci, mentre lo facciamo pianto un piede in una pozzanghera di melma, per fortuna che avevo deciso di mettere le scarpe!


Il momento della preghiera é travolgente, anche se da un lato potrebbe sembrare una roba per turisti, la presenza massiccia di indiani che prega e si fa traportare lo rende una esperienza vramente interessante.

Al termine della preghiera andiamo dal nostro autista di tuc tuc che ci aspetta, non vediamo l'ora di fare una doccia, la giornata é stata veramente calda e umida.

A cena ci concediamo una scorpacciata di schifezze da McDonald's

-- Post inviato da iPhone

Nessun commento: